home | chi siamo | stampa | pubblicità | contatti
Cellulari, Moda, Tendenze, Lavoro, Spettacoli, Eventi
Home | News | Sezioni | Articoli | Archivio | Mappa del sito | Links
ArteCinemaDesignFinanzaHi-techLavoroModaMotoriMusicaPcSaluteTelefoniaViaggi
Cerca nel sito
aggiungi ai preferiti | iscriviti alla newsletter
Home > Motori > Salone Auto Ginevra 2006
Motori

Salone Auto Ginevra 2006

L’Empireo dell’auto
Le novità del Salone svizzero confermano la vitalità del settore e la volontà di stupire, soprattutto con automobili da sogno, alla ricerca di nuovi primati tecnologici e prestazionali. E le italiane, in tal senso, hanno molto da insegnare!


Nella Divina Commedia Dante Alighieri, al culmine del suo viaggio nell’aldilà, mentre esplora il Paradiso nell’ultimo dei cerchi che lo compongono, l’Empireo appunto, non regge l’incontro con il Padre Eterno; perde i sensi, disegnando un finale mozzafiato per cercare di risolvere l’empasse di un incontro impossibile. Visitare il Salone dell’Auto di Ginevra è certamente una delle migliori esperienze per un appassionato d’auto, il luogo principe per provare emozioni forti a prova di svenimento.

L’edizione 2006 è stata una sublime apoteosi di sogni a quattro ruote, quelli che solleticano la fantasia e i desideri più sfrenati dell’appassionato, siano esse irrealizzabili concept-car o conturbanti sportive che presto vedremo su strada. Ed è verso le auto da sogno che si concentra l’essenza della rassegna ginevrina. l’Italia ha certamente giocato un ruolo fondamentale: la corona di regina dell’evento è per la Ferrari 599 GTB Fiorano , un concentrato di tecnologia e di meccanica per alte prestazioni. Monta un motore 12 cilindri a V di 5.999 cc (il medesimo della Enzo) che eroga 620 Cv e una coppia massima di oltre 600 Nm. L’elettronica governa il sistema di sospensioni a controllo “magnetoreologico”, il cambio elettroattuato F1 e la gestione della dinamica del veicolo grazie al “manettino” posto sul volante (come sulla F430). La velocità massima è di 330 km/h, l’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 3”7.

Maserati festeggia le vittoria della coppa Costruttori nella stagione 2005 del campionato FIA ottenuta dalla MC12 da competizione con una serie speciale e limitata della Gran Sport: la Gran Sport MC Victory sarà prodotta in soli 180 esemplari. Migliorata nell’aerodinamica per un comportamento stradale ancora più coinvolgente, ha un allestimento che premia l’esclusività e la filosofia delle Maserati da corsa. Forte di un 8 cilindri di 4,2 litri da quasi 400 Cv sfiora i 300 orari.

Lamborghini stupisce con la Murcielago LP640 , la più “giganteggiante” Murcielago mai prodotta: motore 12 cilindri, 6,5 litri, 640 Cv, 660 Nm di coppia. Si proietta da 0 a 100 km/h in 3”4 e tocca i 340 orari. Nella Terra dei Motori, l’Emilia, un piccolo costruttore ha saputo ricavarsi uno spazio importante: Horacio Pagani ha portato a Ginevra la sua Zonda F Roadster: telaio e carrozzeria in fibra di carbonio, motore 12 cilindri da 7,3 litri di derivazione AMG - Mercedes, produzione contingentata in pochi esemplari l’anno (il sublime valore aggiunto di un oggetto artigianale ed esclusivo) e una clientela fatta anche di piloti ed ex-piloti (e se la comprano loro...).

Figlia della passione, anche se a parlare non sono “svariate” centinaia di cavalli o velocità da decollo immediato, è anche l’Alfa Romeo, il marchio che fa del coinvolgimento emotivo la sua bandiera. La nuova Alfa Spider (2.2 JTS da 185 Cv o 3.2 JTS da 260 Cv), derivata dal coupé Brera, e la 159 Sportwagon (1.8 da 140 Cv, 1.9 JTS da 160 Cv, 2.2 JTS da 185 Cv e del 3.2 V6 Q4 da 260 Cv; 1.9 JTDM da 120 Cv e 150 Cv, e 2.4 JTDM da 200 Cv) recano in sé tutto l’heritage della Casa del Biscione.

Ma fortissima è stata anche la presenza dei marchi stranieri, in aperta sfida alle concorrenti di casa nostra: si potevano ammirare la svedese Koenigsegg CCX (8 cilindri a V, 806 Cv, “oltre” 395 km/h), le nuove Porsche 911 Turbo (6 cilindri boxer biturbo, 480 Cv, 310 km/h) e 911 GT3 (6 cilindri boxer aspirato, 415 Cv, 310 km/h); la rinnovata Jaguar XK (8 cilindri a V, 4,2 litri, 298 Cv, 250 km/h), a giudicare dalla sua bellezza, cosciente dell’eredità affidatale dalla storica Type E.

Audi affianca alla conturbante RS4 berlina (8 cilindri a V, 420 Cv, 250 km/h) due varianti di carrozzeria: RS4 Avant e RS4 Cabriolet .

Mercedes, dal canto suo, dedica ampio spazio alle versioni AMG, prorompenti sportive sapientemente in armonia con stile ed eleganza: come non rimanere sgomenti di fronte alle S-65 AMG e SL-65 AMG (motore 12 cilindri biturbo, oltre 600 Cv, coppia massima “limitata” elettronicamente per non compromettere la meccanica) solo per citare le più performanti.

BMW, infine, si lancia all’assalto della nuova Porsche Cayman e della Boxster proponendo la nuova Z4 Coupé . In cima, la versione M (6 cillindri, 3,2 litri, 343 Cv, 250 km/h) ora ad appannaggio anche della versione Roadster. Una menzione, infine, ai protagonisti dello stile e del gusto italiano per l’auto “speciale”: Zagato, Pininfarina, Bertone, Fioravanti, Stola, Castagna e l’Istituto Europeo di Design hanno saputo incantare il grande pubblico internazionale affermando, una volta di più, il genio creativo di Casa nostra.


Autore :
Alvise-Marco Seno
nessuna immagine associata all'articolo
altri articoli
Fiat Panda 1.2 Natural Power
Quanti KM si possono fare con 10 euro di carburante? (...)continua

Aston Martin Rapide
Il settore dell’auto ha continuamente bisogno di (...)continua

home | pubblicità | contatti
Legge 62/2001 | Privacy | Vuoi collaborare con questo sito? Contattaci !
© ClickLick.it