home | chi siamo | stampa | pubblicità | contatti
Cellulari, Moda, Tendenze, Lavoro, Spettacoli, Eventi
Home | News | Sezioni | Articoli | Archivio | Mappa del sito | Links
ArteCinemaDesignFinanzaHi-techLavoroModaMotoriMusicaPcSaluteTelefoniaViaggi
Cerca nel sito
aggiungi ai preferiti | iscriviti alla newsletter
Home > Moda > Lingerie, confort ma sexy
Moda

Lingerie, confort ma sexy

Lingerie, un tuffo nel passato

sexy lingerie

Oggi la lingerie è uno dei settori trainanti dell’economia di moda nel mondo, ma non è sempre stato così. Praticamente ignorata nelle epoche passate, quando veniva considerata solo come qualcosa che sta sotto il vestito e quindi non degna di grandi attenzioni, la biancheria intima vive il suo primo momento di gloria nella seconda metà dell’800 ,quando viene esposta nelle vetrine dei negozi, pubblicizzata e arricchita di pizzi e nastri che la trasformano in capo di abbigliamento dal forte richiamo sessuale. Nei primi anni del ‘900 in Francia nasce la prima rivista del settore, Les Dessous Elegants (L’intimo Elegante): l’intimo è allo stesso tempo amato e odiato, perché fa impazzire di desiderio i signori uomini, ma risulta scomodissimo per le donne. E’ solo dagli anni ‘70 che si afferma l’idea di “bello e comodo” per la lingerie.

Ma quali sono must di stagione in fatto di intimo? Confort e un certo gusto retrò, come dimostrano le collezioni dei maggiori marchi del settore.

Off Limits punta su pizzi, volant e ricami vintage per reggiseni, culotte, bustier e slip in colori che sanno di passato: azzurro polvere, beige e marrone.

Sono le dive del cinema muto anni ’20 le muse della collezione Argentovivo, con tessuti ricercati, lavorazioni preziose e ricami da sogno. Molti i bustini e le guepiere resi ancora più sexy dai colori della seduzione: rosso, amaranto e nero. In collezione anche un bustier completamente nero con cristalli Swarovski in edizione limitata.

Colori pastello e tessuti da accarezzare per Bacirubati che punta su tulle, stretch e nuance che vanno dal rosa salmone all’azzurro fino all’avorio. Sloggi ha una sola parola d’ordine: comfort, grazie a linee minimali, tessuti naturali e resistenti e l’assenza di fronzoli e orpelli.

Al contrario, la creatività di Triumph International si fa addirittura in tre con altrettante linee dai nomi evocativi a cui corrisponde una precisa palette cromatica. La linea Nostalgia ha dettagli che sanno di passato così come i colori: rosa, magnolia e porcellana. Rosso intenso e capi più trendy per la linea Glamour, mentre la linea Naturale punta tutto su toni neutri.

A cavallo tra passato e presente la collezione Parah, anch’essa divisa in tre mood: quello da Mille e una Notte della serie Odalisca con richiami orientaleggianti; quello retrò anni ’40 della serie Sexy Dream e quello più pratico all’insegna del massimo comfort della serie New Age.


Autore :
VB
nessuna galleria immagini disponibile per questo articolo

Nella stessa sezione
Pettinature e Star di Hollywood
Parliamo del famoso “Chignon a banana”, (...)continua

Tagli capelli 2010
Per coloro che amano un gusto poco appariscente ma in (...)continua

home | pubblicità | contatti
Legge 62/2001 | Privacy | Vuoi collaborare con questo sito? Contattaci !
© ClickLick.it