home | chi siamo | stampa | pubblicità | contatti
Cellulari, Moda, Tendenze, Lavoro, Spettacoli, Eventi
Home | News | Sezioni | Articoli | Archivio | Mappa del sito | Links
ArteCinemaDesignFinanzaHi-techLavoroModaMotoriMusicaPcSaluteTelefoniaViaggi
Cerca nel sito
aggiungi ai preferiti | iscriviti alla newsletter
Home > Arte > Giuliano Ravazzini - Orti di guerra
Arte

Giuliano Ravazzini - Orti di guerra

L’associazione Alimurgia e il gruppo Eat Solution forniranno il supporto logistico e organizzativo per il progetto denominato Victory Garden che l’artista Giuliano Ravazzini porterà a Torino. Circa 12345 mq. di terreno nel centro della città saranno seminati e successivamente monitorati nella fase di sviluppo.


Questo test, oltre che essere un progetto di riorganizzazione funzionale del verde e del paesaggio urbano, simula la capacità di produrre ortaggi frutta e cereali delle aree verdi e dei giardini pubblici nelle loro attuali condizioni.

E’ interessante ricordare che i Victory Garden negli Stati Uniti e gli Orti di Guerra in Italia furono un’ importante risorsa alimentare durante il conflitto mondiale. L’Italia, avendo cessato in quel periodo l’importazione di molti prodotti agricoli, mise a coltura tutta la terra disponibile, intensificando al massimo la cosiddetta « battaglia del grano». Venne quindi deciso di coltivare anche le aree fabbricabili nelle città e di trasformare i giardini in orti e campi di frumento.

Questa silenziosa ma straordinaria installazione-simulazione dei Victory Garden permetterà di raccogliere immediate informazioni e potenzialità produttive di una città come Torino.

QUANDO
15/05/2009-17/05/2009

DOVE
1) Largo Vittorio Emanuele II
2) Aiuola Balbo
3) Piazza Cavour
4) Giardino L.Martini
5) Viale 1° Maggio
6) Parco del Valentino-Murazzi
7) Parco M.Carrara
8) Giardino Fergat
9) Lingotto (Parking Green Block)

Giuliano Ravazzini, figura emblematica dell’arte contemporanea, disegnatore fotografo e ricercatore, è uno degli esponenti del movimento artistico Cybernaif, la sua produzione persevera nelle tematiche ecologiche e ambientali, annoverando in questi ultimi anni progettiquali: Hortus, Dimore Bestiali, Un Hub nell’Idrosfera, Migrazioni di Microazioni, strettamente legati fra loro.

Il suo lavoro suscita sempre una grande seduzione ed una profonda riflessione, anche questo progetto, mite e inoffensivo, induce ad interrogarci sulla criticità dei nostri tempi. Allo stesso modo la personalità di questo artista fuori dagli schemi lascia percepire il suo desiderio di cambiare la società, e l’arte ne è uno strumento, ma anche uno specchio che riflette la nostra condizione sottomessa.


Autore :
Redazione ClickLick.it
nessuna galleria immagini disponibile per questo articolo

Nella stessa sezione
Pordenonelegge, la Festa del Libro (...)
Nel corso del tempo, sia la critica più raffinata che il (...)continua

Francesco Zefferino - Uncover (...)
La mostra presenta una selezione antologica di circa 20 (...)continua

home | pubblicità | contatti
Legge 62/2001 | Privacy | Vuoi collaborare con questo sito? Contattaci !
© ClickLick.it