home | chi siamo | stampa | pubblicità | contatti
Bretagna, terra leggendaria - su ClickLick - Magazine
Cellulari, Moda, Tendenze, Lavoro, Spettacoli, Eventi
Home | News | Sezioni | Articoli | Archivio | Mappa del sito | Links
ArteCinemaDesignFinanzaHi-techLavoroModaMotoriMusicaPcSaluteTelefoniaViaggi
Cerca nel sito
aggiungi ai preferiti | iscriviti alla newsletter
Home > Viaggi > Bretagna, terra leggendaria
Viaggi

Bretagna, terra leggendaria

La Bretagna è una terra che nasce dal capriccio dell’acqua, dei venti e del tempo. Cullata dal brusio dei venti, la “finis terrae” dei Romani possiede tutte le qualita per sedurre il visitatore.

Bretagna, terra leggendaria

E’ difficile non soccombere al fascino e non lasciarsi incantare da questa terra dalle origini celtiche che ancora oggi attrae numerosi viaggiatori ispirati dalla leggenda di Re Artù, di Merlino e dei Druidi.

La Bretagna è situata a nord-ovest della Francia e comprende i dipartimenti della Cotes d’Armor, del Finistère, del Morbihan, dell’Ille-et-Vilaine e della Loire Atlantique. Terra indipendente per lungo tempo, è entrata a far parte della Francia solamente nel 1532 conservando ancora oggi un forte spirito di indipendenza ed un intenso folklore. Nonostante appena 150 chilometri separino la costa settentrionale da quella meridionale, si possono osservare scenari marittimi completamente differenti. Le grandi città sono tutte situate sul littorale bretone eccetto Rennes, la capitale della regione, situata all’interno della penisola bretone.

Le Côtes-d’Armor (Cote Emeraude, Côte de Penthièvre, La Côte de Granit Rose, La Côte de Goëlo) rappresentano il littorale settentrionale bretone. La Cote-Emeraude, laddove si alternano dune dorate, larghe spiaggie di sabbia e falesie a picco sul mare colore smeraldo, con l’incantevole Cap Fréhel ha ispirato pittori di tutte le epoche storiche. La Côte de Penthièvre (da Erquy à Saint-Brieuc) è dominata dallo spettacolo della natura selvaggia e incontaminata, la baia di Saint Brieuc è la quinta al mondo per ampiezza delle maree (il mare si puo’ ritirare fino a 7 chimoletri). Proseguendo lungo la Côte de Goëlo la quale conserva la memoria degli islandesi, tra Trébeurden e Perros-Guirec, si estende l’incantevole costa del Granito Rosa laddove si possono ammirare le forme bizzarre dei blocchi di granito scolpiti dal vento e dalle onde. Il lungo sperone roccioso della Pointe du Raz (Finistère) puo’ essere considerato uno dei più fortunati incontri di roccia, cielo, e mare.

I ritmi capricciosi delle maree, che modellano continuamente lo skyline delle coste, possono permettere la vista di due panorami differenti a distanza di un giorno in un punto identico. Il sole e la luna dirigono le forze che generano lo spettacolo ogni sei ore, ovvero due volte al giorno, con periodo clou tra il 21 Marzo ed il 23 Settembre. Ai poli di una varietà di bellezze che incantano ci sono i fiordi della Côte des Abers e la baia di Douarnenez, sede del più famoso raduno marittimo al mondo e le isole di Sein e Brèhat.

Nella regione interna della Bretagna, la brughiera lascia lo spazio alle montagne ondulate, ai laghi, alle paludi e alle oasi verdi. Le strade di campagna, fiorite di ortensie, conducono ai numerosissimi castelli, le fortificazioni e le residenze signorili (se ne contano circa 4000), e gli innumerevoli monumenti megalitici (dolmen e menhir). Il Massiccio Armoricano bretone, che si continua nella Loira e nella Normandia occidentale comprende les Monts d’Arré al nord (384 m) e le Montagnes Noires al sud (326 m), le Landes de Lanvaux e le Sillon de Bretagne che si estendono dalle Montagne Nere in direzione di Nantes.

Tra i numerosi percorsi escursionistici da seguire e sentieri da battere il più spettacolare è indubbiamente il “sentiero dei doganieri”, 1330 chilometri di tracciato tra la terra e il mare, che consente di visitare la Bretagna in bicicletta o a piedi. Le stradine litoranee, che si diramano accanto alle falesie e lungo le dune, venivano un tempo utilizzate dai doganieri per ostacolare il contrabbando inglese. Oggi permettono di attraversare il litorale bretone partendo dal Porto di Saint-Nazare, nella Loira Atlantica per giungere a Mont Saint-Michel. Gli escursioni sono accolti nelle numerosissime (51) Stations Nouvelle Vague situate lungo il versante marittimo bretone che restano aperte tutto l’anno.

Due grandi manifestazioni si svolgono nel mese di luglio: il festival di Cornovaglia (a Quimper) e il grande Festival Interceltico di Lorient che attira ogni anno migliaia di persone provenienti dai territori celtici (Galles, Scozia, Irlanda e Cornovaglia) radunate per celebrare le loro radici comuni.

Una curiosità: Dezmat! ... significa "buongiorno", in bretone!


Autore :
Redazione ClickLick.it
nessuna galleria immagini disponibile per questo articolo

Nella stessa sezione
Rinnovo passaporto
A chi serve il passaporto? Ai cittadini che intendono (...)continua

Il viaggiatore responsabile
Una guida indispensabile al viaggio come non avete mai (...)continua

home | pubblicità | contatti
Legge 62/2001 | Privacy | Vuoi collaborare con questo sito? Contattaci !
© ClickLick.it