home | chi siamo | stampa | pubblicità | contatti
Cellulari, Moda, Tendenze, Lavoro, Spettacoli, Eventi
Home | News | Sezioni | Articoli | Archivio | Mappa del sito | Links
ArteCinemaDesignFinanzaHi-techLavoroModaMotoriMusicaPcSaluteTelefoniaViaggi
Cerca nel sito
aggiungi ai preferiti | iscriviti alla newsletter
Home > Motori > BMW Z4 Coupé
Motori

BMW Z4 Coupé

Sportiva senza compromessi


La Z4 mette il tetto e diventa una conturbante coupé ideale per la guida sportiva. Due le motorizzazioni: 3.0 da 265 Cv e 3.2 da 343 per la versione M

“Coupé”, nel suo significato più autentico: così è la versione “chiusa” della BMW Z4; un design unico, armonico, dinamico, aggressivo, muscoloso ma anche sinuoso per suggerire velocità e agilità. Sono lontani i tempi della Z3 Coupé, quando l’aura di “furgoncino” offuscava la sua anima virile. La Z4 Coupé ha un design che si lascia studiare, ammirare. E’ stata concepita per la guida sportiva, per offrire emozioni pure condite con con un gusto tipicamente retrò: motore anteriore-centrale, muso lungo, abitacolo arretrato (piccolo ma dotato del massimo comfort), coda compatta. Si confronterà direttamente con la Porsche Cayman S sul piano della qualità, dell’immagine sportiva e, nella versione M, delle prestazioni più esaltanti.

Equilibrio perfetto
La Z4 Coupé, più rigida ed equilibrata sul piano telaistico della versione Roadster, è la vettura ideale per i “sapori forti” della guida veloce. Lo dimostra il fatto che la versione M, durante un test sul “vecchio” circuito tedesco del Nurburgring, uno dei più difficili al mondo (oltre 20 km di curve in mezzo ai boschi) ha ottenuto tempi sul giro migliori della M3 e della Z4M Roadster. Ma non solo. A tutto questo non si può non aggiungere la straordinaria praticità di un ampio bagagliaio da ben 343 litri di capienza: significa spazio, comfort e praticità, caratteristiche non sempre presenti sulle sportive moderne.

Qualità BMW
Il divertimento di guida esige un’auto “complice”, intuitiva. E quando la potenza è elevata è l’elettronica la migliore assistente per una guida in tutta sicurezza. La Z4 3.0si, di serie, ha Il sistema di regolazione Dynamic Stability Control (DSC) che integra il controllo della stabilità ASC, il Cornering Brake Control (CBC), il Dynamic Traction Control (DTC), il riconoscimento di frenata di emergenza Dynamic Brake Control (DBC) mentre l’Assistente di partenza attiva nell’avviamento in salita il freno per un brevissimo periodo di tempo, così da prevenire un indietreggiamento della vettura. La Z4M, in aggiunta al DTC, ha il DSC (Controllo Dinamico di Stabilità) tarato sul blocco del differenziale variabile M. Vi sono anche servosterzo elettromeccanico e pneumatici Runflat e, naturalmente, ABS per l’impianto freni.

Voce “grossa”
Le motorizzazioni sono adeguate alle caratteristiche della Z4 Coupé: 6 cilindri in linea, 3 litri, 265 Cv e, come accennato, al top, la versione M con il 6 cilindri da 3,2 litri e 343 Cv, molto più caratterizzata esteticamente. La prima ferma il cronometro nello scatto da 0 a 100 km/h in 5”7 e raggiunge i 250 km/h. Alla seconda, invece, sono sufficienti solo 5” mentre grazie al limitatore, i suoi istinti bellicosi vengono frenati a 250 orari di punta massima (entrambe montano un cambio manuale a 6 marce e trazione posteriore; optional il semiautomatico Sport-Automatic con “paddles” al volante).


Autore :
Alvise-Marco Seno
nessuna immagine associata all'articolo
altri articoli
Fiat Panda 1.2 Natural Power
Quanti KM si possono fare con 10 euro di carburante? (...)continua

Aston Martin Rapide
Il settore dell’auto ha continuamente bisogno di (...)continua

home | pubblicità | contatti
Legge 62/2001 | Privacy | Vuoi collaborare con questo sito? Contattaci !
© ClickLick.it